STREET PHOTOGRAPHY: COME OTTENERE IL MASSIMO DALLA FOTOGRAFIA URBANA SERALE

Con l’avvento di nuovi fotografi amatoriali sulla scena internazionale, il focus di molti artisti di strada si è ovviamente spostato dalle forme di ripresa fotografica tradizionale, “alla luce del giorno”, a quelle più notturne, ma non necessariamente cupe.

La street photography nasce principalmente per documentare e condividere con una città o il mondo intero il clima urbano, in accordo con la sensibilità del fotografo.

La street photography presuppone una certa capacità di scatto manuale e abilità creativa.

Non è infatti possibile utilizzare supporti come il classico treppiede, è necessario utilizzare tempi di scatto molto brevi e, perciò, diventa particolarmente difficile calibrare la quantità di luce in entrata all’obiettivo, già di per sé scarsa a causa dello scenario notturno.

La presenza di fonti di luce a cui è abituato un fotografo professionista (lampioni, lampade da esterno, neon) ma non un dilettante potrebbe rendere la fotografia di strada particolarmente complessa.

Il primo suggerimento rivolto a chi vuole sperimentare questa prospettiva è capire come impostare la velocità dell’otturatore.

Spesso, per strada di notte, saremo in grado di scattare a 1/250s; tuttavia la maggioranza delle volte potremmo trovarci a maggiore agio fotografando con tempi compresi tra 1/160s e 1/60s.

Abbiamo bisogno quindi di una certa fermezza nello scatto, un grandangolo e l’intensità dello sguardo d’insieme che permette di unire tutti i soggetti in un solo scatto.

 

INDIVIDUARE LE FONTI DI LUCE NELLA STREET PHOTOGRAPHY

Concentriamoci inoltre sull’individuazione delle fonti di luce della scena, in particolare come colpiscono i soggetti.

Nel caso in cui il diaframma non superasse f/4, sarà una pratica particolarmente importante da osservare.

Di notte, come conseguenza, gli sfondi possono costituire un ottimo supporto alla resa complessiva dello scatto: la visione d’insieme gioca molto più a nostro favore rispetto alla ripresa di soggetti singoli e isolati sul panorama.

Saremo inoltre avvantaggiati dal non dover utilizzare un otturatore con velocità “sovrumana” per ottenere uno scatto da fotografo professionista: personalmente, come fotografo a Milano, vi consiglio di scattare una foto ad un soggetto a 1/60 secondo, nel caso in cui fossimo lontani, passando a rapporti quali 1/125 da vicini.

Queste brevi regole ci permettono di approcciarci da ora con il tanto discusso argomento della “luce” nella street photography.